Dall’alto di una Fredda Torre

dall_alto_di_una_fredda_torre

capitolo II della Trilogia di Mezzanotte


di Filippo Gili
con Massimiliano Benvenuto, Ermanno De Biagi, Michela Martini, Aglaia Mora, Matteo Quinzi, Vanessa Scalera
regia Francesco Frangipane
musiche originali Jonis Bascir
scene Francesco Ghisu
luci Giuseppe Filipponio
costumi Sabrina Beretta
un progetto Uffici Teatrali
una produzione Progetto Goldstein
in collaborazione con Argot Studio

Il dramma di doversi sostituire al fato, decidendo se far vivere o far morire un uomo, facendosi carico di tutta la questione morale e sociale che ne consegue.

Quattordici quadri che vanno a comporre una tragedia.
Sei personaggi: un padre e una madre, un figlio e una figlia, due medici.
Una normalità familiare stravolta dalla malattia, due genitori ignari del loro destino, due figli piegati dal peso di una scelta, due medici testimoni del dramma.
Tre ambienti ben definiti: una sala da pranzo, uno studio medico e un non luogo dove i vari personaggi si affrontano/scontrano su grandi questioni morali ed esistenziali.
Il pubblico, non più semplice spettatore, che accerchia lo spazio scenico quasi a invaderlo, quasi a condividerlo con i personaggi in una comunione di emozioni e stati d’animo.